Notizie

Fondazione CRTriesteFondazione CRTriesteAl via Contamination Cup, contest di idee innovative sostenuto da Fondazione CRTrieste

Al via Contamination Cup, contest di idee innovative sostenuto da Fondazione CRTrieste

8 agosto 2019

“Tutti gli ingredienti dell’Innovazione”

Università degli Studi di Trieste, Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Venezia Giulia e Fondazione CRTrieste insieme per sostenere l’imprenditoria giovane e innovativa attraverso una Business Plan Competition

Al via Contamination Cup competizione tra idee imprenditoriali e start up a contenuto innovativo, espresse sotto forma di business plan, promossa dall’Università degli Studi di Trieste e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Venezia Giulia con il supporto della Fondazione CRTrieste.

Il contest si propone di sostenere l’imprenditoria giovanile, promuovere la nascita e la crescita di nuove imprese e, più in generale, contribuire a diffondere la cultura imprenditoriale e stimolare la ricerca e l’innovazione tecnologica volte allo sviluppo economico.

Un progetto che vuole aiutare a dare maggiore concretezza alle proposte dei partecipanti, attraverso un percorso in cui mettere alla prova i passaggi da idea a start up, da start up a impresa, fornendo attività di formazione e assistenza per la redazione del business plan e la possibilità di entrare in contatto con il mondo industriale e finanziario locale.

Al contest possono partecipare tutti: persone fisiche – singoli o gruppi – e start-up/persone giuridiche (se costituite dopo il 1 gennaio 2019) eventualmente anche in gruppo con persone fisiche. Per partecipare è necessario proporre un’idea imprenditoriale caratterizzata da un contenuto innovativo, indipendentemente dal suo stadio di sviluppo, purché frutto del lavoro originale di un singolo o di un gruppo di individui.

I vincitori di Contamination Cup si aggiudicano la possibilità di partecipare al Premio Nazionale per l’Innovazione – PNI e vincere i premi messi a disposizione dagli sponsor nazionali entrando in contatto con i principali esponenti della comunità scientifica e finanziaria italiana dedicata all’innovazione.

Contamination Cup è stata illustrata oggi alla stampa da: Roberto Di Lenarda, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, da Michele Da Col, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Venezia Giulia, da Paolo Santangelo, Segretario Generale della Fondazione CRTrieste e da Salvatore Dore, Referente Clab Trieste presso l’Ex Ospedale Militare di via Fabio Severo, sede del Contamination LAB – Clab Trieste, l’aggregatore di percorsi innovativi di didattica, mentoring, coworking e making dell’Università degli Studi di Trieste finalizzato ad accrescere le competenze e l’interesse degli studenti per il mondo imprenditoriale e manageriale e a supportare la creazione di nuova impresa.

Contamination Cup ha l’obiettivo di costituire una risposta pratica e di facile accesso alle esigenze di laureandi e laureati, aspiranti imprenditori, professionisti e giovani che vogliono tramutare la propria idea originale in una idea imprenditoriale, offrendo ai partecipanti l’opportunità di “testare” e di far valutare la realizzabilità dei propri progetti e di creare le condizioni per avviare e sviluppare la propria attività.

L’iniziativa prevede due fasi.

La prima, quella delle iscrizioni, è attiva da oggi con la pubblicazione del sito www.contaminationcup.it che presenta il regolamento completo dell’iniziativa e la modulistica che gli interessati devono compilare. La domanda di partecipazione va compilata online entro e non oltre il 16 settembre 2019, fornendo una descrizione sintetica del progetto e indicando il settore di appartenenza tra quattro categorie: LIFE SCIENCES (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone); ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.); AGRIFOOD – CLEANTECH (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia); e INDUSTRIAL (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato). 

Dal 17 al 27 settembre il Comitato di Valutazione di Contamination Cup tra tutte le proposte pervenute selezionerà fino a 12 progetti che potranno proseguire il contest ed entrare in finale.

La seconda fase prevede la declinazione della proposta sotto forma di business plan, un’executive summary e un pitch (un breve video di massimo 3 minuti), secondo le modalità suggerite dalla Direzione del Premio che dovrà essere poi caricato in formato elettronico su www.contaminationcup.it entro e non oltre il 24 ottobre 2019. In questa fase, i partecipanti avranno a disposizione alcuni incontri sulla “cultura imprenditoriale” articolati su temi di gestione d’impresa quali business planning, marketing, comunicazione e la possibilità di entrare in contatto con la comunità accademica, industriale e finanziaria locale, per favorire la circolazione delle idee e lo sviluppo di relazioni. A ciascun progetto selezionato sarà inoltre attribuito un Mentor, un “esperto” individuato tra imprenditori, consulenti, manager, liberi professionisti, business angel e investitori istituzionali, docenti universitari, che affiancherà i proponenti dei progetti selezionati con una funzione di orientamento e di consulenza. In particolare, i Mentor forniranno supporto nella realizzazione e nell’affinamento del business plan e nel pitch da presentare per la selezione dei vincitori.

Questa fase terminerà con un evento pubblico che si terrà a Trieste il 28 ottobre 2019, in cui verranno premiati i 3 vincitori di Contamination Cup che si aggiudicheranno la possibilità di partecipare al Premio Nazionale per l’Innovazione – PNI 2019 (Catania, 28 e 29 novembre) dove presentare i propri progetti ad una platea qualificata di investitori e di innovatori, provenienti da tutt’Italia, confrontarsi con gli altri gruppi e vincere uno dei premi in denaro in palio (montepremi complessivo 100.000,00 €). Per partecipare alla finale del PNI i vincitori di Contamination Cup otterranno il pagamento della fee di partecipazione, pari a € 1.000,00 a progetto, e un contributo per le spese di trasferta dell’ammontare massimo di 1.000,00 € per singolo / gruppo proponente.

INFO ISCRIZIONI

Web www.contaminationcup.it, Email: info@contaminationcup.it, Tel: 040-5587825

UFFICIO STAMPA

Studio Sandrinelli Srl, Email: press@studiosandrinelli.com, Tel. 040362636

Trieste, 8 agosto 2019

DICHIARAZIONI

1.

L’Università deve avere un ruolo fondamentale anche come motore dello sviluppo economico e territoriale. – ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università di Trieste Roberto Di Lenarda In un momento in cui l’innovazione sta giocando un ruolo fondamentale per il futuro delle imprese, l’Ateneo, grazie al premio Contamination Cup, diventa essa stessa promotrice di nuova imprenditorialità innovativa”.

2.

In un contesto ancora delicato per l’economia, come quello attuale, è fondamentale investire nella nascita di nuovi soggetti imprenditoriali e nell’innovazione delle imprese. Contamination Cup contribuisce a entrambi gli aspetti, fornendo supporto alla nascita di nuove realtà e alla crescita di start-up capaci di muoversi in direzione innovativa” ha affermato Michele Da Col, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Venezia Giulia.

3.

“Abbiamo creduto in questo progetto perché investire sui giovani è una delle nostre priorità, ma anche perché siamo consapevoli che le idee innovative hanno bisogno di sostegno affinché possano assumere una forma concreta e trasformarsi in realtà imprenditoriale. – ha proseguito Paolo Santangelo, Segretario Generale della Fondazione CRTriesteOggi noi riaffermiamo la nostra intenzione di offrire un’opportunità a quelle idee, contribuendo a creare le condizioni favorevoli alla loro crescita, e lo facciamo in una prospettiva d’insieme, che vede convergere l’impegno di forze diverse, unite per un obiettivo comune”.