Notizie

Fondazione CRTriesteCulturaTrieste Summer Rock Festival 2017

Trieste Summer Rock Festival 2017

21 giugno 2017

Presentata la quattordicesima edizione del “Trieste Summer Rock Festival”

 

Presentata questa mattina nella sede della Fondazione CRTrieste, la quattordicesima edizione del “Trieste Summer Rock Festival”, organizzato dall’associazione “Musica Libera”, grazie al sostegno del Comune di Trieste e della Fondazione CRTrieste, che avrà inizio sabato 29 luglio e proseguirà mercoledì 2 e giovedì 3, sabato 5 e domenica 6 agosto. Tutti i concerti sono a ingresso gratuito, a eccezione di quello di giovedì 3 agosto.

Celebrare, attraverso un festival internazionale, la musica rock capace di attirare un numeroso pubblico di giovani e non solo, da tutt’Europa. Anche quest’anno è questo l’obiettivo della manifestazione, inserita nel calendario di Trieste Estate. Oltre 140.000 le persone che in tutti questi anni hanno assistito al festival, tanto da essere definito dalla rivista Jam la “capitale” italiana del Rock progressive. Un successo che si conferma di anno in anno che che ha visto arrivare a Trieste artisti del nome di Steve Hacket, Focus, Grand Mother of Inventions, Pfm, Creedence Clearwater Revived, Carl Palmer in Elp tribute with Fog, Animals, Ian Paice, Banco del Mutuo Soccorso, Alan Parson, New Trolls, Delirium, Clive Bunker, Glenn Hughes, Osanna, Ray Wilson, Gong, Claudio Simonetti&Daemonia, Van Der Graaf Generator, Caravan, Omaggio a Battisti.

Una formula apprezzata, dunque, che dà spazio anche ai giovani e ai gruppi rock triestini, che hanno la possibilità di esibirsi prima di questi grandi nomi del Rock Progressive, dando loro anche occasioni di confronto e di visibilità. Il programma di quest’anno vedrà sul palco sabato 29 luglio, ore 19.30, i Rhapsody of Fire al Castello di San Giusto. I Rhapsody sono un gruppo musicale originario di Trieste co-fondato negli anni novanta da Alex Staropoli che proprio quest’anno celebra i suoi 20 anni di carriera. Fin dagli esordi hanno saputo fondere l’energia del rock e del metal con la musica cinematografica, classica, barocca, medioevale e folk. Nella loro lunga carriera hanno venduto più di un milione e mezzo di copie dei loro albums ed eseguito concerti in ogni parte del mondo. Europa, Giappone, Stati Uniti, Canada, Asia, sono tra i paesi in cui hanno suonato numerose volte.

Nella nuovissima formazione troviamo il cantante Giacomo Voli (The Voice of Italy) e il virtuoso batterista tedesco Manu Lotter.
Special guest della serata i Fist of Rage, band hard rock italiana originaria del Friuli Venezia Giulia. Nato nel 2004, il gruppo inizia ad esibirsi con un repertorio di classici hard and heavy, maturando una grande esperienza live su palchi di ogni genere. Nel 2010 realizzano il loro primo lavoro, “Iterations to Reality”, registrato al New Sin Studio. Il disco esce per l’etichetta Andromeda Relix di Gianni della Cioppa. Le melodie dirette e il roccioso sound della band fanno si che il disco sia molto apprezzato dalla critica specializzata, sia stampata che on-line, la quale spesso elogia il lavoro per il piglio moderno immerso in una matrice vintage che riecheggia i Deep Purple ed i Rainbow.

Il Festival continua mercoledì 2 agosto alle ore 21.00 con l’esibizione della giovane band triestina Pinkover che trasporterà il pubblico nell’incredibile atmosfera del concerto dei Pink Floyd “Live at Pompei”. Il concerto sarà riproposto nella stessa location, sempre alle ore 21.00, il giorno dopo, giovedì 3 agosto. Questo è l’unico appuntamento con ingresso a pagamento, pensato per tutti coloro che desiderano godersi lo spettacolo con la prenotazione del proprio posto a sedere (il prezzo del biglietto è di Euro 10,00). Entrambi gli appuntamenti che si svolgono al Teatro Romano sono realizzati in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia.

Sabato 5 agosto, ore 16.00, incontriamo in calendario un appuntamento speciale. “Music is for Winners” era il motto del giovane musicista Samuele Orlando scomparso a marzo di quest’anno. Il concerto tributo che gli viene dedicato metterà insieme più di 20 band triestine dove Samuele suonava per un grande concerto della durata di più di 8 ore. Una grande festa per ricordare un ragazzo gentile e sempre disposto ad aiutare gli altri, Samuele è stato tra i fondatori del Trieste Summer Rock Festival fin dalla sua prima edizione. Nel suo ricordo verrà creata una borsa di studio per un giovane musicista jazz studente del conservatorio.

Domenica 6 agosto alle ore 21.00, sempre al Castello di San Giusto, sarà la volta di Billy Cobham & Stanley Jordan Project feat Christian Galvez. Una leggenda della chitarra come Stanley Jordan incontra il mito indiscutibile della batteria Billy Cobham. Due artisti americani che hanno fatto la storia della musica, riconosciuti e apprezzati in tutto il mondo, presenteranno per questo speciale progetto un mix di suoni ed arrangiamenti unici. Un concerto che si prevede essere come un fondersi e lasciarsi, Stanley Jordan con le sue chitarre e Billy Cobham con la sua batteria Tama dall’aspetto di una navicella spaziale, faranno volare gli spettatori nella dimensione temporale della musica. A loro si unirà il bassista cileno Christian Gálvez, musicista virtuoso dal curriculum invidiabile.

Nel corso della stessa serata incontriamo anche il triestino Emanuele Grafitti. Classe ’92, fin dalla giovane età partecipa a vari concorsi internazionali di musica classica e musica jazz. Nel 2009 vince il premio “Franco Russo” in seno al Festival Internazionale Trieste Loves Jazz, quale miglior talento emergente in ambito jazz. Negli anni produce diversi dischi tra cui “Travellin” (BlueSerge), Zen Garden (Caligola Records) e “Start from Scratch” (Birdland Sound), tutti caratterizzati da composizioni originali. Nell’estate 2016 vinse il concorso “Premio ADGPA miglior chitarrista Emergente”, con conseguente premio, ovvero la partecipazione al più importante festival di chitarra europeo a Issoudun in Francia. “Anche il rock è cultura e aiuta a valorizzare e a far conoscere la Città. Per questo la Fondazione CRTrieste ha voluto sostenere diverse edizioni di questa kermesse musicale, che da quattordici anni attira migliaia di persone da tutta Europa che si mettono in viaggio appositamente verso Trieste – ha dichiarato Tiziana Benussi, Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione CRTrieste.
“Quest’anno – ha aggiunto Maurizio Bucci, Assessore al Turismo e Promozione del territorio – abbiamo voluto con il Festival valorizzare i nostri siti migliori quale vetrina della città e promozione del nostro territorio: il Castello di San Giusto e la magia del Teatro Romano faranno da cornice, anche turistica, alla ormai tradizionale kermesse che negli anni, grazie all’aiuto della Fondazione CRT Trieste, ha regalato emozioni e ricordi indimenticabili”

“Questo Festival giunto alla sua quattordicesima edizione – ha affermato Davide Casali, Presidente “Associazione Musica Libera – è un grandissimo palcoscenico per i musicisti triestini, molti dei quali dopo aver suonato sul palco del festival, hanno avuto importanti ingaggi. È anche un palcoscenico internazionale dove i grandi gruppi che hanno fatto la storia del rock hanno offerto alla città spettacoli imperdibili, emozioni e rock di ottima qualità. Per noi dell’Associazione Musica Libera quest’anno sarà un’edizione particolarmente speciale perché ricorderemo la figura di Samuele che sarà ed è sempre stato parte integrante del Festival”.

Sono intervenuti alla conferenza stampa: Tiziana Benussi, Vicepresidente del CdA della Fondazione CRTrieste, Maurizio Bucci, Assessore al Turismo e Promozione del territorio, Avvocatura e Davide Casali, Presidente “Associazione Musica Libera”.